nov 01

U’ CANNISTRU

Verso la fine del mese di ottobre, quando cadono le prime piogge e l’aria si fa più leggerina, a Palermo da antico tempo si organizza “la Fiera dei Morti”, puntualmente la zona dove veniva predisposta era quella del vetusto rione dell’Olivella. Organizzata con delle variopinte bancarelle che richiamano gli antichi suk arabi, offrono ai vari …

Continua a leggere »

nov 01

I “PUPI” DI ZUCCHERO

La consuetudine palermitana, che per la “festa dei morti”, si vuole apprestare a preparare “u’ cannistru” cioè un ricco cesto composto da dolciumi e da frutta secca. La confezione del cesto inizia nella sua “comprata” che avviene alla “fiera dei morti”: determinate bancarelle vendono questo indispensabile accessorio di tutte le misure e forme e di …

Continua a leggere »

nov 01

LA “FESTA” DEI MORTI

E’ tradizione palermitana (Palermo è l’unica città d’Italia dove si festeggiano i defunti…) secondo la quale, per la festa dei morti, i genitori regalavano ai bambini dolci e giocattoli, dicendo loro che erano stati portati in dono dalle anime dei parenti defunti. Di solito per i maschietti erano armi: pistole a tamburo con tanto di …

Continua a leggere »

ott 11

Ai Cantieri Culturali alla Zisa due reading per una mappa letteraria della città nell’ambito del Festival CANTIERI DEL CONTEMPORANEO

I ROMANZI DI PALERMO a cura di Beatrice Agnello Domenica 12 e domenica 19 ottobre – ore 17.30 | Sala Perriera “I Cantieri del Contemporaneo”, il Festival ideato da Giuseppe Marsala e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, propone un ritratto sfaccettato della città contemporanea, declinato nel corso di due reading. Forse non …

Continua a leggere »

dic 24

IL BUCCELLATO, U CUCCIDATU

Nel periodo in cui si svolge la novena natalizia che anticamente comprendeva nove serate dove si riunivano parenti ed amici, le donne più anziane per allietare il tempo si apprestavano a preparare diverse pietanze tra cui il dolce natalizio per antonomasia: il buccellato. Era usanza di utilizzare questo dolce come trionfale al centro della tavola …

Continua a leggere »

dic 02

A TUMMULA, LA TOMBOLA

Con l’avvento della festa dell’Immacolata e del Santo Natale, per alcuni giorni le famiglie, riunitesi nelle proprie abitazioni, danno inizio alle novene casalinghe, e il cibo che fa da cornice è preparato dalle donne più pratiche in virtù della loro specializzazione. Foto e Testi © Carlo Di Franco Anticamente la novena comprendeva nove serate, dal …

Continua a leggere »

dic 02

U’ PRISEPIU, IL PRESEPE

Natale è la più bella e la più raccolta festa della cristianità e in ogni cosa si respira un’atmosfera davvero speciale. Testi e Foto © Carlo Di Franco La nordica usanza dell’albero di Natale (anticamente era soltanto una figura ricorrente nelle cartoline “cu’ i pittiddi d’argentu spiccicati” che i parenti lontani spedivano per la ricorrenza, …

Continua a leggere »

dic 01

“U SFINCIUNI”, LO SFINCIONE !

“U Sfinciuni” è un tipico piatto palermitano, caratteristico del periodo natalizio: un equivalente siciliano della Pizza Napoletana. Pietanza povera per la nostra cucina, nasce dalla necessità di non presentare, per le feste, il solito Pane, ma qualcosa di diverso, in una veste intonata alla circostanza. Lo dice nella sua struttura (farina e lievito) probabilmente araba, …

Continua a leggere »

dic 01

IL PESCE “BASTONE”: U’ BACCALA’

I normanni che giunsero in Sicilia verso l’anno mille, erano gelosi custodi anche in guerra delle proprie abitudini alimentari, in un certo senso ci portarono il pesce bastone, sicuri discendenti di quei vichinghi grandi navigatori, che scorrazzavano i mari del nord europeo, toccando anche terre più lontane rispetto alla Norvergia del nord, abitatori delle isole Lotofen dove i …

Continua a leggere »

Post precedenti «